Il Giardino planetario: la collezione SS19 di Loredana Roccasalva

“Il Giardino Planetario” è la collezione SS19 di Loredana Roccasalva che prende spunto da MANIFESTA 12, biennale di arte contemporanea che quest’anno ha scelto come sede Palermo.

Fusione

Inclusione

Sovrapposizione

sono i temi-chiave di questa collezione.

Immaginiamo … una passeggiata nel ‘giardino planetario’, dal paesaggio surreale, che porta al MuLINO, una fabbrica dismessa degli anni ’50 che sarà protagonista di un progetto di riqualificazione, a cura della stessa designer, per diventare un’area LAB mèta di “future fusioni e incontri planetari”. In tal senso, il Giardino planetario diventa una metafora della contaminazione e della trasformazione della materia prima del “granaio” in nuova essenza. Diventa la location per immortalare gli outfit di questa nuova collezione “in immagini senza tempo e legare il prodotto ai luoghi della sua trasformazione”.

E quindi, “i plissée rendono le forme più armoniche e sinuose, le gonne descrivono l’alternarsi dei volumi di questo giardino, a volte vaporose e rigogliose e altre, invece, fluide ed essenziali”.

 

I tessuti ritornano alla natura con filati naturali come, appunto, il plissée di georgette, oppure il lino bianco o naturale spalmato oro e ricamato, il broccato di cotone stampato con la fantasia del giardino planetario, l’organza di seta e per finire il tessuto con lavorazioni a forma di petali tagliato a laser. I fili di grano sono le lavorazioni protagoniste della collezione in chiffon di seta pieghettato e per i top in tulle di cotone. I colletti diventano preziosi accessori interscambiabili e i polsini hanno un design che sembrano bracciali di stoffa.

Le nuance che tingono i capi sono il rosso hibiscus intenso baciato dal sole, il bianco “profumoso” del gelsomino arabo, il nero profondo delle notti estive, l’oro che riecheggia le distese dei campi di grano a giugno, quando la terra sembra baciata dai raggi del sole.

“Nella fantasia del Giardino planetario i verdi del bosco si mischiano ad infiorescenze dal sapore tropicale”.

Per ripercorrere la storia di Loredana Roccasalva vi rimandiamo ad alcuni nostri articoli https://bit.ly/2H978ZG https://bit.ly/2VJHDBG mentre per visitare il sito del brand http://www.loredanaroccasalva.it/

 

Nella nostra photogallery alcuni capi della collezione SS19 del brand:

 

Capodanno glamour con gli accessori in oro e argento Danié Made in Sicily

Danié Made in Sicily gioca su paillettes e accessori sfavillanti per un look di Capodanno glamour, per una serata dove si può osare!

Oro e argento per brillare come una stella impreziosiscono le borse e i gioielli handcrafted firmate Danié Made in Sicily www.daniemadeinsicily.it come

la borsa Mediterraneo in lycra argento trapuntata ed ecopelliccia, manici in velluto e charm in ceramica di Caltagirone decorata in platino,

o come

la borsa Conca D’Oro in lycra dorata e ecopelliccia, manici in velluto e charms in ceramica di Caltagirone decorata oro 24k.

E per completare il tuo outfit,

orecchini Fico Oro in ceramica di Caltagirone decorata a mano

e

collana Fico Oro in argento 925 e ceramica di Caltagirone decorata oro 24k.

 

 

Lo stile di Pennyblack: moderno, sofisticato ma easy-to-wear

That’s All Folk è la capsule della collezione Autunno Inverno 2018 di Pennyblack, brand fondato nel 1978 per “soddisfare una donna moderna e sicura, che cerca uno stile sofisticato ma easy-to-wear, materiali raffinati e finiture accurate”.

In questa capsule collection si ritrovano i codici dell’heritage di Pennyblack, ovvero il classico stile Brtitish ma sempre attuale grazie a un percorso di rinnovamento fatto di nuove forme e volumi e con twist tutto folk che non passerà inosservato.

E’ una capsule collection che ci fa riscoprire il legame con la natura, che ci riporta ai rivoluzionari anni ‘70 con giochi di proporzioni e sovrapposizioni per un nuovo stile casual e rilassato. Micro fiori bohémienne, tessuti fluidi e leggeri, velluto liscio o a costine sono alcune delle caratteristiche di That’s All Folk. I colori si fanno più grintosi: amaranto, giallo ocra, cammello e marrone bruciato.

Prima di accorrere sul sito http://www.pennyblack.com  per scoprire le novità della collezione Pennyblack, soffermati sulla nostra photogallery!

I tre modelli di jeans per il tuo inverno firmati Milena Andrade

Comodo, adatto a tutte le occasioni se abbinato nel modo giusto … di quale capo stiamo parlando? Del jeans naturalmente, irrinunciabile anche d’inverno!

Milena Andrade, designer brasiliana https://bit.ly/2MwYSoU la regina del denim, ci propone tre modelli molto interessanti.

Modello Camilla in cui è presente il tema del riciclo, sempre molto caro alla Maison, che rivitalizza tessuti di precedenti collezioni. E’ un modello che contiene all’interno del tessuto anche gli oligominerali per rendere più bella la nostra pelle. L’inserto in tessuto riciclato gli regala un allure sofisticata e molto femminile.

Modello Jak Joy dove il colore bianco è protagonista perché significa rinascita, perché slancia, perché fa risplendere la pelle. Versatile, dall’effetto raffinato e luminoso grazie ai preziosi dettagli ricamati e dal taglio push up. Effetto shining per una sfida cromatica contro l’inverno.

Modello Anne è il jeans che non può mai mancare nel tuo armadio; è il jeans a zampa, scampanato, largo, larghissimo, ma elasticizzato che Milena Andrade ha impreziosito con frange sul dorso. Il taglio push ne completa il fit a regola d’arte.

 

 

 

 

 

 

 

E tu quale modello preferisci?

L’esclusiva capsule collection di Max Mara per celebrare il suo nuovo Flagship Store nel Dubai Mall

Per celebrare il suo nuovo Flagship Store nella sezione Luxury del Dubai Mall, Max Mara ha creato una capsula esclusiva per l’edizione, specificamente progettata per il Medio Oriente.

La supermodel Halima Aden è stata scelta come il volto di questa esclusiva collezione ed era presente lunedì 22 ottobre al cocktail party di inaugurazione nella boutique al Dubai Mall.

La collezione presenta il MaxMaragram, un modello originale ispirato alla scritta originale del logo Max Mara degli anni cinquanta e di cui Glamour2.0 ti aveva già parlato https://bit.ly/2LreuJb.

L’esclusiva capsula comprende:

il celebre cappotto a doppio petto in pura lana di cammello con fodera in seta MaxMaragram e bottoni personalizzati in oro,

una gonna che può essere abbinata con un paio di pantaloni dal taglio classico in raso stretch con il logo MaxMaragram,

una sofisticata camicia in raso di seta.

La scritta originale brilla e luccica in tutti gli elementi della collezione tra cui gli accessori: una sciarpa di seta e una spilla di strass. T-Bar completano il look.

 

La collezione sarà disponibile nei negozi selezionati Max Mara in Medio Oriente

 

La collezione metropolitana di Isabelle Blanche

Lo stile di Isabelle Blanche ha ormai conquistato le grandi capitali della moda – da Parigi a Milano, da Tokyo a Londra – grazie alla continua ricerca di nuovi materiali, colori e forme, che risentono dell’ “atmosfera cosmopolita” parigina dove il fondatore del brand ha trascorso diversi anni.

Raffinato

Femminile

Sofisticato

con un giusto equilibrio tra qualità, prezzo e distribuzione …

… queste sono le caratteristiche del marchio!

La collezione FW è ‘metropolitana’ cioè adatta per il giorno, la sera e nel tempo libero perché espressione di una “donna dinamica, che ama viaggiare e combinare stili diversi pur mantenendo forte la sua identità”.

Se vuoi conoscere la storia e la filosofia del marchio puoi andare sul sito www.isabelleblanche.com

E’ così affascinante questa collezione, ricca di dettagli, che Glamour2.0 vuole mostrarvela nella sua ‘quasi’ completezza!

Il velluto, protagonista della capsule collection LH by Lorena Antoniazzi

Se sei amante del velluto, la nuova capsule collection LH by Lorena Antoniazzi fa al caso tuo! Protagonista infatti di questa capsule collection è il velluto, dall’abbigliamento agli accessori, dal “look classico che evoca un’eleganza rinascimentale a stili contemporanei”.

Ma vediamo più nei dettagli questa bellissima capsule collection:

Cappotto Trench

Giacca in velluto liscio con inserti in raso stretch, allacciatura doppiopetto, cintura coordinata in vita ed ampie tasche frontali.

 

Cappotto

Giacca in velluto dalla vestibilità over con collo a rever ed ampie tasche frontali.

 

Giacca Blazer Giacca

in velluto liscio con inserti in raso e voile, vestibilità classica con ampie tasche frontali, taschino e cintura con nappine.

 

Pantalone a Palazzo

Pantaloni palazzo in velluto liscio con inserti in maglia lurex.

Vestibilità over con tasche laterali.

Pantalone  ampio

Ampio Pantaloni ampi in velluto dalla vestibilità morbida con nappine in vita.

 

Bomber

Bomber in velluto liscio con inserti in maglia lurex e raso, con cerniera frontale, taschino sulla manica e tasche laterali.

 

Abito Bordeux

Abito peplo in velluto liscio e raso stretch con scollo a v. Maniche lunghe morbide e cintura in vita con nappine. La peculiarità dell’abito è data dallo spacco laterale.

 

Abito Blu

Abito in velluto liscio e voile, maniche corte e nappine in vita.

 

Mule

Mule a punta in velluto con gioiello frontale e interno in pelliccia.

 

Pochette

Pochette in velluto e piume, tracolla a catena.

 

Scegli il tuo capo con l’accessorio preferito e adattalo a tutte le tue occasioni, dal giorno alla sera!

 

La moda etica e sostenibile secondo Progetto Quid

Vi abbiamo già parlato https://bit.ly/2QsFyqS di Progetto Quid, la cooperativa sociale Tipo B che si occupa di inserimento lavorativo e che, tramite il proprio brand di moda etica, offre opportunità di impiego stabile e crescita lavorativa a quanti si trovano in circostanze di fragilità lavorativa in Italia, con particolare attenzione alle donne. E a fondare Quid è proprio una donna, Anna Fiscale con un background in Economia e Management (Università degli Studi di Verona) e in Relazioni Internazionali (Bocconi – Sciences Po Paris), con un’esperienza lavorativa nella cooperazione internazionale in India e Haiti, specializzata sull’empowerment femminile. Finalista nel 2018 del premio europeo Women Innovator Prize, Anna è Presidente di Quid e si occupa delle relazioni commerciali, supportata nella gestione finanziaria da Ludovico Mantoan, commercialista e con un dottorato in Economia Aziendale, co-fondatore di Quid e Amministratore Delegato.

Oggi vogliamo parlare di questo brand attraverso alcuni dati interessanti, tanto per orientarvi su come questo Progetto si sta sviluppando:

il 90% del management team è costituito da donne di età compresa tra i 25 e i 40: sono apprendiste e professioniste che, dopo essersi formate all’estero o in aziende leader del settore (come Safilo, Falconeri, Calzedonia), hanno scelto di mettere il proprio talento al servizio dell’imprenditoria sociale;

oltre € 600k raccolti da fondazioni locali e internazionali — tra cui Fondazione Cariverona, Fondazione San Zeno, Fondazione Cattolica – che sostengono investimenti strategici e percorsi di formazione;

con un fatturato di 1.9 milioni di euro, Quid conta 90 soci lavoratori; ha attivato un laboratorio nel carcere di Montorio (VR); distribuisce i propri capi attraverso una rete di 90 negozi multibrand, 3 Quid store, 2 outlet e online, oltre a collaborare in maniera continuativa con 8 marchi di moda e lifestyle.

Nel 2018 Quid, con l’investimento dell’Impact Investment Fund Opes, è diventata una delle prime realtà di investimento a impatto sociale in Italia, “con l’obiettivo di fare la differenza sul mercato del lavoro nazionale attraverso un’eccellenza tutta italiana”. Questo approccio innovativo è valso a Quid il primo premio all’European Social Innovation Competition 2014 e, nel 2017, i premi Momentum For Change delle Nazioni Unite e il Civil Society Prize della Commissione Europea Impiego e Affari Sociali.

 Progetto Quid vuole rivoluzionare la percezione della moda etica: le collezioni sono limited edition che nascono dal recupero di eccedenze di produzione e sono distribuite in 4 negozi monomarca Progetto Quid (due a Verona, uno a Mestre e uno a Bassano del Grappa), in due outlet (a Vallese e Cadriano), online sull’e-commmerce shop.progettoquid.com e, inoltre, in un centinaio di punti vendita multibrand situati in tutta Italia.

Dal 2013 Progetto Quid ha consolidato partnership con brand di moda e lifestyle tra cui il Gruppo Calzedonia, Kiko, Vivienne Westwood, con le catene dell’equo-solidale e bio AltroMercato e NaturaSì e con il parco divertimenti Gardaland, creando linee dedicate di accessori etici attraverso progetti di co-design.

Oltre ad esistere come marchio indipendente, Progetto Quid — nella sua declinazione Progetto Quid for — produce infatti linee etiche per aziende italiane di moda, come ad esempio il gruppo Calzedonia, andando a formare una sensibilità rispetto a temi di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale.

Obiettivi per il futuro? “Per il biennio 2018-2020, Quid ha come obiettivo potenziare il raggio e la profondità del proprio impatto sociale”.

Valorizzazione delle diversità, integrazione dei migranti, valorizzazione della leadership femminile sono le tre aree in cui – nella seconda metà del 2018 – Quid ha dato il via a un nuovo piano di CSR aziendale con l’obiettivo di potenziare l’integrazione attraverso il lavoro. Entro il 2020 i dipendenti Quid saranno 120, beneficeranno di sportelli di consulenza e di opportunità formative il cui impatto sarà monitorato mensilmente. In risposta all’intensificarsi dei flussi migratori da Africa e Medioriente, nel 2019 Quid andrà a sperimentare l’inserimento lavorativo di richiedenti asilo, rifugiati e richiedenti asilo non accompagnati tra i 16 e i 18 anni.

La crescente sensibilità per la moda etica da parte di consumatori e aziende permetterà a Quid di potenziare la sua presenza in Italia e all’estero!

Naturalmente non possiamo non farvi scoprire la prossima collezione A/I di Progetto Quid, ma dovrete pazientare fino a lunedì per conoscere tutti i dettagli!

Intanto nella nostra photogallery potete ammirare il lavoro manuale che c’è dietro ogni capo prodotto da questo marchio:

 

 

La romantica Mademoiselle di Eles Italia

Settembre è il mese di ripresa a pieno ritmo delle nostre attività, degli impegni lavorativi, ma è anche il mese delle ‘fughe nei weekend’, dei ritrovi con gli amici, degli ultimi party in spiaggia, è anche tempo di cerimonie …

…per tutte queste occasioni ti suggeriamo lo stile romantico e raffinato di Eles Italia http://www.elesitalia.com Gli outfits della Ceremony Collection 2018 creati da Silvia e Stefania Loriga esaltano la figura della donna “velata da trasparenze, decori in cristalli, gemme e Swarovski” che impreziosiscono abiti lunghi, evanescenti e sensuali che ruotano a 360 gradi, quasi a voler evocare le fate di Shakespeare nella romantica commedia e fiaba “Sogno di una notte di mezza estate”.

I volumi ampi, i tessuti pregiati come la seta, l’organza e lo chiffon rendono le creazioni di Eles Italia dei veri gioielli fashion: abiti eleganti e chic, ideali per chi predilige uno stile etereo e glamour, si alternano a lunghe gonne ampie, top a fascia o scollature profonde impreziosite da scintillanti decori che incorniciano e arricchiscono un décolleté mozzafiato.

Curiose di conoscere la collezione A/I di Eles Italia? Ancora qualche settimana e poi vi accontenteremo!

Il denim d’atelier by Milena Andrade

Nel 2006 Milena Andrade, designer brasiliana, porta in Italia i jeans push up dal fit perfetto, e crea così il suo marchio – www.milenaandrade.com – contraddistinto dalla sartorialità, trattando il denim come tessuto pregiato: dalla scelta dei modelli alle lavorazioni, ai particolari trattamenti e finissaggi. Ciò per impreziosire con grazia ed armonia le curve femminili.

I tagli differenti, le cuciture ed i tessuti utilizzati sono i tre fattori tecnici che rendo questi jeans davvero unici.

 Il taglio push up, un’esclusiva di MA brevettata in Brasile, completa alla perfezione ciascuna creazione.

 Il jeans by Milena Andrade è inoltre personalizzabile grazie al servizio del Personal Denim Consultant che analizza e studia la forma e la silhouette di ciascuna di Voi, consigliando il modello che più vi valorizza.

Ci piace questo marchio perché attento all’impatto ambientale! Milena Andrade ricicla capi inutilizzati, invenduti o i tessuti scartati per dare vita a nuovi capi, riducendo così al minimo i rifiuti tessili e limitando l’utilizzo delle risorse naturali. 

E così crea il modello Recycling, realizzato con inserti di tessuti e rigenerato grazie alla creatività di Milena che ha così ottenuto un jeans a basso impatto ambientale, impreziosito dal taglio push up.

La credibilità mondiale della moda italiana passa oggi anche dalla sostenibilità che deve saper fare del bene.

Un altro modello interessante di Milena Andrade è Butterfly Twist in cui le farfalle, simbolo di libertà e rinascita, sono protagoniste di questo capo. Le farfalle sono ricamate sui jeans modello skinny con frange e taglio push up.

Vi salutiamo con un altro ‘motto’ di questo marchio:

La moda secondo Milena Andrade: bella e che sappia fare del bene

 

 

Carica di più...